dedicata a me stessa… non pensate male!!!

Spero che tu muoia che si apra la terra che affondi
in quella e che io possa dimenticarti,
spero che ti chiudano le porte del cielo e
io possa umiliarti,
che la tua anima si riempie di pene,
e che ti faccia più male la ferita che hai lasciato in me…
spero che tu muoia e che il tuo pianto
si faccia eterno nell’inferno,
spero sia un tormento ricordarti di te
si riesci a ricordarti,
so che non devo odiarti ma è impossibile
dimenticare ciò che mi hai fatto provare per…

5 ore sono troppe…

E arriverò con un altro costume,

distinto il colore,

la stessa forma,

dipinto un sorriso sulla maschera che indosserò

quando sarò davanti a te,

e ancora due parole non riusciranno ad uscire!!!…

tornando ai sogni,

io sono una che non dorme molto,

ma i sogni,

i piccoli sogni miei

sono così reali,

baci sul collo e parole che si perdono nel

buio della notte e io che mi sveglio senza

poter strapparmi d’addosso la tua presenza…

dormi… dormiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Quando non puoi dormire,

quando preferisci sognare sveglia perché

il sogno te lo puoi creare da sola,

io sono qui all’una di notte tentando

di non fare cadere ancora un’altra lacrima

mente nel computer ci sono i Guns che cantano

NOVEMBER RAIN..

io aspetto,

aspetto che il sonno possa divorarmi e portarmi subito al letto,

aspetto che il sonno divori anche tutti i miei pensieri,

forse è inutile tutto,

io e questa tastiera che dà dei suoni forti

che mi fanno capire il silenzio di questa notte..

che tutti in camera dormono e sognano nei propri letti

mentre io me ne sto qui

turbando questo povero blog…

no non ti odio… o forse sì, non lo so, ma non posso non scrivere qui..

Non so perché lo faccio.. non lo so…

vorrei vedere dentro di me e spiegarmi

questa sensazione ormai evidente…

vorrei che tu uscissi di me…

vorrei guardarti agli occhi e dirti due

parole ma non sono capace..

non lo farò mai e tu fermo sullo stesso

posto sarai solo una luce

che vedrò andare via ogni giorno al mattino…

tu sei lontano.. e io a 10 minuti

Non c’è cielo che possa coprire
ciò che provo per te…
per le lettere magiche su i fogli,
per i sogni che rimangono ancora
come una traccia lontana ma sicura…
una traccia che devo cercare!!!…
…in tanto mi siedo di fronte a te,
e parliamo del più o del meno
e ridiamo di tutto come due scemi..
e io che non vedevo l’ora di
averti fra le mie braccia e poi ci fu il silenzio,
e ci guardavamo uno con l’altro,
le tue mani incrociate con le mie..
forse non ci rivedremmo più..
o forse solo diventeremmo all’alba
ciò che siamo… tu e io..
solo tu e io…

una piccola luce al sud mi chiama…

Sono una guerriera,
che tempo fa lasciai dietro la mia casa,
una vagabonda che con sangue trovai una nuova casa,
camminando di battaglia in battaglia,
perdendo amici affondata per la nostalgia e
guardo indietro e credo di trovare un leve bagliore,
so che lì, in quella luce, c’è il mio cuore che marca
il mio cammino..
ora che lontana è la luce del sud,
che lontana è la mia città,
che lontano volano i miei sogni e
che duro è guardare indietro,
piangendo senza spargere una lacrima…
e un giorno finirà questa inutile battaglia,
tornerò senza onore né medaglie,
non ci sarà nessuno che mi aspetti,
vedrò la luce che solo brilla nel mio
paese ancora con la lacrima senza
spargere morendo nella speranza di ritornare…