non è facile..

mi consumi..
vorrei con le mani strapparmi i capelli
e graffiarmi la pelle per sentire dolore..
vorrei non essere io la protagonista di questo gioco..
altro che, cammino verso l’inferno, me lo cerco da sola..
e le lacrime nel scendere bruciano tutta la purezza che mi è rimasta..
dentro di me c’è una battaglia già persa..
c’è una guerra con tanto di bombe e terra..
ma sulla la faccia..
ancora la serenità..
una serenità finta per voi..

Lascia un commento